Quando si realizza un sito web ci sono alcuni passaggi da compiere: il primo, nonché il più importante, riguarda la scelta del nome di dominio, che corrisponderà all’indirizzo che gli utenti dovranno digitare per raggiungere la nostra casa sul web.

Una volta trovato il nome giusto occorre registrarlo. Molto spesso ci si affida a dei professionisti del settore per compiere questa operazione, e se facciamo realizzare il nostro sito web da agenzie e webdesigner è molto probabile che, oltre alla registrazione del nome di dominio, sia compreso anche lo spazio hosting (ovvero quello spazio dove saranno presenti i file del nostro sito).

In questi casi bisogna porre molta attenzione ad un “piccolo” dettaglio che però, in futuro, potrebbe crearci non pochi problemi: a chi verrà registrato il dominio?

 

La registrazione del dominio per un sito web: attenzione all’intestatario!

Bisogna sapere, infatti, che ogni dominio è intestato a una persona o a una società, che ne diventa responsabile a tutti gli effetti: è opportuno, quindi, che se il signor Mario Rossi vuole registrare il dominio www.mariorossi.it per la sua attività, il dominio venga registrato a suo nome, e non a nome dell’agenzia o del professionista che svolge questa operazione.

Perché? Si tratta di un fatto presto spiegato. Immagina di essere il signor Mario Rossi e di aver fatto registrare il tuo dominio a un’agenzia che ha intestato il dominio a se stessa e non a te, Mario Rossi. Fin quando il rapporto con l’agenzia andrà bene non ci saranno problemi: continuerai ad avere il tuo sito web, il tuo dominio, e tutto sarà “rose e fiori”. Ora, invece, immagina che il rapporto con l’agenzia non ti soddisfi più e, per un motivo o per l’altro, tu voglia rivolgerti a un altro professionista, trasferendo a lui la gestione del tuo sito web e del tuo dominio. Qui potrebbero iniziare i problemi.

 

Cosa può succedere se il dominio non è intestato a me ma all’agenzia?

Quando si decide di trasferire un dominio occorre essere in possesso di un codice che viene chiamato “AuthCode”. Senza questo codice non è possibile fare nessuna operazione, e per fortuna!, altrimenti chiunque potrebbe far trasferire il tuo dominio senza la tua volontà. Questo codice viene fornito a chi registra il dominio e spetta a loro fornirtelo.

CI sono dei casi in cui, però, le agenzie decidono di “tenerti in ostaggio”, e ricevere l’AuthCode può diventare una vera e propria battaglia. Se si è gli intestatari del nome a dominio, fortunatamente, si può scavalcare l’agenzia o il professionista e ottenere il prezioso codice da parte del registar che si occupa della registrazione dei domini. Se, invece, il dominio è stato registrato a nome dell’agenzia o del professionista sarà molto difficile avere questo codice persino dal registar, in quanto legalmente non siamo noi i detentori del suo utilizzo!

Scopriamo quindi che, se il dominio non è intestato a nome nostro, rischiamo di rimanere in balia dell’agenzia o del professionista in questione: purtroppo è una realtà molto diffusa e in Italia ci sono agenzie di comunicazione molto famose e conosciute che operano in questo modo proprio per mantenere il controllo sul cliente. Occorre quindi prestare molta attenzione!

A questo punto mi sembra dunque necessario sottolineare che, in Okoo, tutti i domini vengono intestati al cliente finale: essere seguiti da Okoo dev’essere un piacere, non un obbligo! 😛